INAUGURAZIONE DEL NUOVO ORGANO DELLA GROTTA DELLA MADONNA “AD RUPES”

Domenica 13 aprile, nella Solennità delle Palme un grandissimo numero di fedeli ha riempito la Grotta di Maria Santissima “ad Rupes” per partecipare alla santa Messa solenne celebrata dal Rettore del nostro Santuario, p. Pietro Burek. Tra i fedeli, presenti anche il Sindaco di Castel Sant’Elia Rodolfo Mazzolini e il Vice Sindaco Elvio Parmeggiani.

All’inizio della Celebrazione Eucaristica, prima della benedizione dei rami d’ulivo, si è tenuto un rito molto suggestivo: quello della benedizione del nuovo organo, acquistato grazie alla generosità di alcuni benefattori.

Nella celebrazione liturgica la musica sacra ha grande importanza e l'organo ha un ruolo di particolare rilievo in Chiesa perché, “accompagnando i canti e i momenti liturgici, può aggiungere splendore alla celebrazione, favorire la preghiera dei fedeli e innalzare la loro mente a Dio”. Come ha spiegato p. Pietro prima della benedizione,” l’idea di acquistare un nuovo organo è nata i primi di dicembre poiché ormai si era reso necessario sostituire il vecchio organo, che da tempo mostrava ormai segni di cedimento ed ora si trova nella chiesetta di San Michele Arcangelo…La grotta della Madonna è il cuore di questo Santuario: in essa si svolgono tante importanti celebrazioni, matrimoni. battesimi ed era fondamentale, in prossimità della Pasqua e del mese di maggio dedicato alla Madonna, poter lodare, pregare e cantare al Signore accompagnati dal suono di un buon organo”. Dopo la proclamazione della Parola di Dio p. Pietro ha fatto questa bellissima preghiera di benedizione dell’organo:

“Sii benedetto, Signore Dio nostro,
bellezza antica e sempre nuova,
che governi il mondo con la tua sapienza
e con la tua bontà lo rivesti di splendida luce;
a te cantano i cori degli angeli,
sempre pronti ad ogni tuo cenno;
a te inneggiano gli astri del cielo,
nel ritmo costante del cosmo;
te santo proclama l'assemblea dei redenti,
e con il cuore, la voce, la vita
celebra la gloria del tuo nome.

Anche noi, tuo popolo,
radunato in festa nella tua casa,
ci uniamo al canto universale,
magnificando con la Vergine Maria
i prodigi del tuo amore;

concedi la tua benedizione
a tutti gli interpreti e cantori della tua lode
e a questo strumento sonoro,
perché accompagnati dai suoi accordi armoniosi
possiamo associarci alla liturgia del cielo.
Per Cristo nostro Signore.

Il Rettore ha quindi asperso l’organo con l’acqua benedetta e lo ha incensato, spiegando che il profumo dell’incenso che sale verso l’alto simboleggia la preghiera dei fedeli che sale a Dio.

Ed infine, con grande gioia e gratitudine, p. Pietro ha ringraziato la Fondazione Carivit di Viterbo ed i benefattori che hanno contribuito generosamente alla realizzazione dell’importante progetto. Ha poi preso la parola il seminarista William che ha rivolto una bellissima preghiera a Maria Santissima, Regina della musica e delle Arti. Ed infine p. Pietro ha affidato alla Madonna gli organisti e il loro servizio.

Il nuovo organo, opera della famosa ditta italiana “Viscount”, è stato inaugurato dai tre organisti del Santuario - Bruno Darida e i seminaristi Paolo e William - durante la solenne Celebrazione Eucaristica nella solennità della Domenica delle Palme e della Passione del Signore, che è iniziata subito dopo la benedizione solenne.

Agli organisti del Santuario il nostro augurio: possano essi essere sempre “centrati” in Dio e provare la grande gioia e la soddisfazione di aver servito fedelmente il Signore attraverso l’animazione liturgico - musicale che aiuta i fedeli ad elevarsi verso Dio, aiutando in tal modo il Signore a costruire un mondo migliore, di amore, solidarietà e di pace.

Marina SPINOSA

Stile di vita e prevenzione: vale anche per noi!

La sera di mercoledì 9 aprile abbiamo avuto la gioia di organizzare nella nostra comunità un incontro con una illustre ospite: la dottoressa Maria Giovanna Graziani, dietologa, nutrizionista e specialista dell’apparato digerente. La Dottoressa - che lavora presso la struttura ospedaliera del San Camillo, del Forlanini e presso la clinica Pio XI a Roma - ci ha illustrato, con l’aiuto di alcune diapositive, i “misteri” del sano ed equilibrato modo di vivere e di alimentarsi Ci ha presentato diversi stili di vita, quelli positivi e quelli negativi, quelli cioè che ci aiutano a vivere in maniera equilibrata e a mantenerci sani e quelli invece che danneggiano la salute. Oltre a descrivere gli stili di vita, la dottoressa ci ha parlato anche dell’importanza della prevenzione.

Ci ha descritto anche, con molta professionalità e chiarezza, i benefici di alcuni nutrimenti e gli effetti nocivi di altri, ponendo l’accento sul necessario equilibrio che ci deve essere tra i vari alimenti che ingeriamo e insistendo sulla necessità di una continua, seria e consapevole educazione alimentare. Tutte le informazioni che la dottoressa ha condiviso con noi ci hanno fatto capire quanto sia importante un sano modo di nutrirsi per conservare così il nostro corpo in salute: la salute e l’equilibrio del nostro corpo influiscono infatti, a loro volta, sul nostro spirito, secondo la famosa affermazione: “Mens sana in corpore sano”, cioè “in un corpo sano, uno spirito sano”. Queste nozioni ci hanno fatto capire quanto sia importante questa dimensione, a volte trascurata, e come essa influisca anche sull’efficacia della nostra vita quotidiana e sul nostro ministero. Ed ancora, quanto sia stato importante l’incontro con la dottoressa Giovanna Graziani lo si è potuto dedurre dalle numerose domande che le sono state poste dai partecipanti a conclusione del suo intervento.

Ringraziando Maria Giovanna Graziani per la sua disponibilità, ci auguriamo che questo incontro, secondo di una serie iniziata l’anno scorso, non sia l’ultimo, ma che ne seguano altri con temi altrettanto attuali, interessanti e importanti.

4525476
Today
Yesterday
This Week
This Month
291
341
632
3643

EUR